Sono tanti gli aspetti da considerare nell’acquisto di una cuffia Bluetooth, ma in particolare cinque sono più importanti di altri per essere certi di fare la scelta giusta. Vediamoli insieme. Parlando di Bluetooth, non si può non partire dalla tecnologia, in particolare bisogna concentrarsi sulla scheda tecnica per scoprire i driver impiegati in quel dato modello, le frequenze che supporta e altri valori indicati anche sotto forma di sigle da decifrare magari con l’ausilio di un esperto. Sempre sul piano tecnologico va prestata la dovuta attenzione alla qualità del microfono che si rivela indispensabile per comunicare dal dispositivo connesso o in caso di telefonate. L’autonomia è un altro fattore di estrema rilevanza nelle cuffie Bluetooth che dispongono di batterie interne che consentono un ‘pacchetto’ di ore trascorse le quali si scaricano e, in certi casi, impiegano un’eternità per ricaricarsi.

I tempi variano da modello a modello, proprio per questo è da verificare in via preliminare la tempistica sia dell’autonomia che della ricarica, anche questi valori evincibili dalle specifiche della scheda. L’autonomia è basilare in una cuffia soprattutto se si è outdoor o in movimento, ossia nelle condizioni di non poterla ricaricare in tempo reale. Il design è il terzo elemento da valutare, può sembrare di poco conto ma una cuffia è anche un biglietto da visita di stile e di look, che fa sì che quando andiamo a sceglierla forse è proprio il design la prima cosa che ci colpisce e di cui ci ‘innamoriamo’. Il design dipende molto dalla tipologia della cuffia, dalla sua conformazione e dal peso. Se si vogliono cuffie per casa o lavoro si consigliano le circum-aurali o ‘over ear’, diversamente per un uso quando si è a passeggio o in viaggio meglio orientarsi su modelli più isolanti e avvolgenti come le cuffie sovraurali o ‘on ear’.

A condire il design c’è poi il colore e la forma lasciate al gusto personale. Altro aspetto da non trascurare è la portata, ossia la distanza entro la quale la cuffia garantisce il suo funzionamento, generalmente per le Bluetooth arriva a 10 metri, ma è sempre meglio accertarsene ‘a priori’. Chiudiamo con il quinto parametro, la compatibilità. L’abbiamo lasciata per ultima perché con le Bluetooth dovrebbe essere in teoria implicita, ma in pratica non sempre è così, in quanto ci possono essere anche eccezioni rappresentate da modelli che si esprimono al meglio solo in connessione con certi dispositivi, e non tutti, soprattutto quelli mobili. Per scoprire i top di gamma leggetevi questo articolo sulle migliori cuffie Bluetooth.